4 NOVEMBRE 1918-2008: NON FESTA MA LUTTO

La grande guerra fu una grande carneficina

di Mao Valpiana *


La "festa" militarista del 4 novembre è stata voluta ed istituita dal
fascismo. E ora che gli eredi culturali del ventennio sono arrivati al
potere, quella festa vogliono rilanciare. Non solo caserme aperte,
esposizione pubblica di carri armati, parate in divisa, ma anche
militari nelle scuole a raccontare ai giovani l'epopea della "grande
guerra". Alla festa per la vittoria si è aggiunta quella per l'unità
nazionale ed anche la Giornata delle Forze Armate. Ogni anno, in ogni
città, le autorità civili, militari, religiose, si ritrovano tutte unite
per legittimare eserciti e guerre. Stiamo assistendo ad un arretramento
culturale. Le parole perdono il loro significato. Non si dice più
"carneficina di uomini", ma "intervento militare per portare la pace".
La guerra ormai è entrata nelle coscienze di molti, per annullarle. Ed
ora si vuole persino riscrivere la storia!


* Movimento Nonviolento Verona

Movimento Nonviolento
www.nonviolenti.org
an@nonviolenti.org

Associazione Beati i Costruttori di Pace
www.beati.org
segreteria@beati.org

Associazione PeaceLink
www.peacelink.it
info@peacelink.it